Quali sono le figure professionali di una web agency?

Come tutte le aziende, le web agency sono caratterizzate da figure professionali comuni. Parliamo ad esempio del reparto amministrazione, dell'area commerciale, di chi si occupa di mantenere il contatto con i fornitori. Ma a differenza di altri settori, nelle web agency lavorano anche professionisti specifici, che sono rintracciabili solo in questo settore. Vuoi scoprire assieme a noi quali sono?

Web designer

Una figura molto importante nel processo di creazione dei siti web è il web designer. Si tratta di una persona che ha il compito di progettare l'aspetto grafico che avranno le pagine del sito. Sceglie gli abbinamenti di colori seguendo pattern specifici per creare un effetto armonioso. Imposta la grafica a tema il logo aziendale e il settore dell'attività da presentare. Si interfaccia direttamente con il cliente, presentando uno schizzo (chiamato mockup) di come verranno le pagine. Una volta ricevuta l'approvazione, procede con il design del sito, disegnando le sue sezioni con strumenti grafici.

Sviluppatore back-end

Tutti i siti per poter funzionare hanno bisogno di memorizzare dati. Ad esempio quando l'amministratore aggiunge un prodotto al catalogo, una sezione di codice riceve in ingresso i dati immessi e li inserisce in tabelle sul database. L'aspetto di queste tabelle a prima vista potrebbe sembrare confuso e di difficile interpretazione. Il loro scopo non è infatti essere presentate agli utenti, ma semplicemente fungere da raccoglitori di dati. Lo sviluppatore back-end si occupa di realizzare il codice che salva i dati nelle tabelle e li recupera quando i visitatori li richiedono (ad esempio aprendo la pagina del prodotto). Per svolgere questo lavoro, esistono linguaggi di programmazione specifici come MySQL, SQL Server, PHP e C#.

Sviluppatore front-end

Come già accennato, i dati memorizzati su database hanno bisogno di essere presentati agli utenti in modo leggibile. In questo momento interviene lo sviluppatore front-end. Il suo scopo è quello di creare interfacce grafiche (UI, user-interface) che consentano agli amministratori di modificare i dati agevolmente, e ai visitatori di visualizzare i prodotti dall'aspetto gradevole. Per poter creare le pagine, lo sviluppatore front-end si basa sui disegni forniti dal web designer. Il front-end riceve le richieste da parte degli utenti (ad esempio la visualizzazione di un prodotto), le invia al back-end che si occupa di estrarre i dati necessari, prende in carico i dati ricevuti e li mostra con l'aspetto desiderato. I linguaggi di programmazione più comuni sono HTML, CSS, Javascript, Angular e Typescript.

Tester

Prima di essere pubblicato, un sito ha bisogno di essere testato. Lo scopo è quello di individuare e correggere bug di programmazione prima della presentazione al cliente finale. La figura coinvolta in questo compito è il tester. Egli si avvale sia di strumenti automatici, che simulano i click degli utenti sulle pagine web, sia di test manuali. Si simulano situazioni anomale (come ad esempio l'inserimento di una password sbagliata), per capire se il sito è in grado di gestirle o meno. Particolare attenzione viene dedicata anche alla sicurezza informatica. Il sito viene attaccato con tecniche di hacking, per testarne la robustezza contro attacchi informatici. Una volta superati i test, il sito è pronto per essere mostrato al cliente.

Copywriter

I siti sono caratterizzati da contenuti testuali. Ogni pagina viene progettata per uno scopo specifico e descrivere a parole un aspetto particolare dell'attività. In questa fase entra in gioco il copywriter. Questa figura interagisce con il cliente, sottoponendogli una serie di domande in forma orale o scritta tramite questionario. Viene chiesto al cliente quali siano le caratteristiche della sua attività, perché le persone dovrebbero preferirla ad un'altra, qual è la sua mission e il suo modo di porsi. Le risposte vengono utilizzate per stendere i testi delle pagine attraverso un linguaggio naturale. I contenuti sono suddivisi in paragrafi per migliorarne la leggibilità. Sono utilizzate parole chiave per facilitare il posizionamento sui motori di ricerca.

Consulente SEO

Una volta realizzato un sito web è importante fare in modo che venga mostrato durante le ricerche. In questo momento si attiva il consulente SEO. SEO è un acronimo che significa Search Engine Optimization, e lo scopo del consulente SEO è proprio effettuare un'ottimizzazione del sito per i motori di ricerca. Esistono molte tecniche per ottimizzare un sito, che possono essere riassunte in due categorie: SEO on site e SEO off site, di cui abbiamo parlato in altri post. Grazie a queste tecniche, il consulente SEO è in grado di far guadagnare posizioni al sito nei motori di ricerca, per offrire agli utenti il risultato che desiderano proprio quando ne hanno bisogno. Il posizionamento del sito può avvenire nei risultati organici, sul local pack, nelle immagini e nei video.

Social media manager

La presenza di un'azienda non si esaurisce ai semplici motori di ricerca. Al giorno d'oggi per fare business è fondamentale essere presenti anche sui principali social. Parliamo di portali come Google My Business, Instagram, Facebook, Linkedin. Su ognuno di questi portali è importante adottare una strategia di marketing specifica. Non possiamo infatti pensare per esempio che i post di Google My Business possano essere riciclati per Instagram. Questo perché ogni piattaforma ha un'utenza con aspettative specifiche e diverse da quelle di tutte le altre. Il social media manager si occupa di creare e pubblicare con frequenza post aziendali, a sfondo commerciale o semplicemente informativo, con lo scopo di far conoscere l'attività e portare un ritorno al sito web.

Analista web

Una volta ottimizzato un sito, è importante capire se gli sforzi effettuati hanno portato a risultati. A questo scopo si utilizzano strumenti di analisi del traffico web. Lo scopo è capire con quali parole chiave è stato trovato il sito, da quali sorgenti provengono i visitatori, qual è il tempo medio di permanenza sulle pagine, se la frequenza di rimbalzo (bounce rate) è bassa o alta. Ognuna di queste metriche viene studiata attentamente dall'analista web, che fornisce indicazioni al consulente SEO per modificare le strategie allo scopo di ottenere risultati migliori sul sito.

Conclusioni

In questo post abbiamo studiato quali sono le principali figure professionali coinvolte in una web agency. Si tratta di persone con un alto grado di preparazione e anni di esperienza. Purtroppo non è facile diventare specialisti nel mondo delle web agency, ma con una buona base tecnica e tanta passione si possono raggiungere traguardi inaspettati.


Questo sito utilizza cookie di terze parti per cui è necessario il tuo preventivo consenso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui: Dettagli

Accetto cookies